allestimenti marche geodetica rinoteca

Si è concluso da quasi due settimane il festival Weekendoitil più ricco e interessante evento italiano dedicato alla condivisione e all’apprendimento delle tecniche artigianali sia tradizionali che innovative, nella splendida location della Mole Vanvitelliana di Ancona.

Anche quest’anno abbiamo contribuito alla realizzazione di questo importante appuntamento incentrato sulla cultura handmade e sul design made in Italy, a cui partecipiamo  sin dalla sua nascita, quattro anni fa, proponendo corsi (di serigrafia e di falegnameria) e creando gli allestimenti, sempre con un occhio di riguardo ai materiali di recupero.

Dal 19 al 23 luglio crafters e makers hanno animato la Sala Box della Mole Vanvitelliana esponendo e raccontando il proprio lavoro, tra market corsi teorici e pratici e aree di artigianato live, mentre tutte le sere anche quest’anno il Lazzabaretto di Ancona ha ospitato i Blah Blah Corner, all’interno della Rinosfera, la nostra cupola di legno posizionata per l’occasione sulla banchina per rendere più accoglienti tutti gli incontri serali dedicati al nuovo artigianato.

rinosfera allestimenti legno marche rinoteca

Il primo appuntamento è stato incentrato sulle realtà artigiane di Ancona che insieme a noi dedicano la propria vita e la propria passione alla creazione di oggetti e di occasioni di incontro e di scambio di conoscenze, una piacevole chiacchierata al tramonto con la Banda della Magliaia, la Legatoria LibrareLa Congrega che si è conclusa con un aperitivo di fronte al mare.

stampa3d_marche_rinoteca_13 stampa3d_marche_rinoteca1

All’interno della sala box abbiamo allestito una seconda cupola che è stata il nostro stand espositivo dedicato all’artigianato artigianale.
La nuova geodetica è stata progettata e realizzata in Rinoteca (potete leggere qui le specifiche tecniche) ed al suo interno sono state esposte e messe in funzione alcune delle stampanti 3d che abbiamo in laboratorio, FORMLABS FORM2 e ZORTRAX M200 (grazie alla collaborazione con Bilcotech srl) e DREMEL IDEA BUILDER 3D40, che hanno attirato curiosi e appassionati della digital fabrication, e, come sempre, l’attenzione di tanti bambini!

digital fabrication allestimenti marche geodetica

Durante la settimana abbiamo esposto alcuni delle creazioni che realizziamo in Rinoteca utilizzando le nuove possibilità offerte dalla digital fabrication, come l’Unicorno a dondolo e “Lumber” il papillon in legno, ma gran parte dell’allestimento è stato dedicato a CRAS, la nostra nuova linea di skateboard e longboard realizzati in legno di faggio, incisi con pantografo a controllo numerico e interamente personalizzabili.

handmade_skate_cras

A Cras è stato anche dedicato l’ultimo Blah Blah Corner al Lazzabaretto, dove abbiamo presentato al pubblico del Weekendoit, raccolto intorno alla Rinosfera, questo progetto nato un anno fa dall’incontro tra la nostra passione per gli sport da tavola e le abilità artigiane, che in Rinoteca si possono avvalere anche di macchinari a controllo numerico e tecniche serigrafiche per consentire una personalizzazione completa di ogni tavola, che in questo modo diventa un pezzo unico e rappresenta così l’artigianato italiano e il made in Italy.

handmade skateboard made in italy

Grazie a tutti coloro che sono venuti a conoscerci e a tutti i partecipanti che hanno frequentato i nostri corsi!
Con Weekendoit ci diamo appuntamento al prossimo anno, con nuovi workshop e appuntamenti in Rinoteca invece, molto prima!

weekendoit workshop falegnameria di recupero rinoteca weekendoit workshop falegnameria di recupero rinoteca weekendoit workshop falegnameria di recupero rinoteca

Ph_Irene Pezzella

allestimenti legno di recupero artigianato handmade

Il restyling con legno di recupero e tecniche artigianali della Casa delle Culture di Ancona.

Recupero dei materiali, hand made, digital fabrication e riuso creativo degli arredi per rinnovare gli spazi interni ed esterni dell’associazione.

Esattamente un anno fa abbiamo portato a termine il progetto di restyling MELTING SPOT per il miglioramento degli spazi della Casa delle Culture di Ancona, in collaborazione con gli architetti del collettivo D.A.Y. Do Architecture Yourself.

Insieme a loro abbiamo ideato e creato una nuova immagine per questo spazio rigenerato dentro l’ex mattatoio della città in cui coesistono diverse realtà associative, riconfigurando gli ambienti in economia e realizzando interventi di arredo in maniera modulare, recuperando in parte i materiali esistenti; accanto a questo, abbiamo utilizzato tecniche artigianali digitali per creare alcuni elementi di arredo: il separè della biblioteca è stato realizzato con la fresa a controllo numerico, così come gli sgabelli a incastro e i pannelli dei mobili del corner cafè, i loghi e la targhetta del bookcrossing all’esterno sono stati invece incisi con la taglierina laser.

Flessibilità degli spazi, riuso creativo degli arredi esistenti, recupero dei materiali, hand made e digital fabrication sono alcuni dei principi che hanno ispirato il progetto MELTING SPOT, che da un anno rende gli spazi di Casa delle Culture più accoglienti ed ospitali per tutte le attività rivolte ai cittadini di Ancona.

 

allestimenti legno di recupero artigianato handmade

allestimenti legno di recupero artigianato handmade

allestimenti legno di recupero artigianato handmade

allestimenti legno di recupero artigianato handmade

allestimenti legno di recupero artigianato handmade

allestimenti legno di recupero artigianato handmade

 

 

FullSizeRender 2

Allestimenti luminosi per l’inaugurazione della nuova nuova fontana del capoluogo dorico

Giovedì scorso è stata inaugurata la “Fontana dei Due Soli” di Enzo Cucchi, uno dei padri della Transavanguardia, che arricchirà da ora in avanti uno degli scorci più belli della città di Ancona, il Porto Antico, esaltando la caratteristica tutta dorica di consentire di vedere il sole sorgere e tramontare, grazie alla forma a gomito.

fontana-duomo-1-IMG_6541-696x464Posizionata nella zona dell’Arco Clementino, questa magnifica opera – scultura lunga 15 metri vuole essere “un punto ci incontro”, ed è concepita quindi con due lunghe panchine esterne che racchiudono all’interno una vasca d’acqua, alimentata da 13 bocche con la forma delle mani che ricevono e che creano l’effetto di un sentiero anche grazie all’illuminazione con luci led.

La “fontana dei Due Soli” è rivestita all’interno di piastrelle di ceramica nera, realizzate dal maestro in un laboratorio d’arte di Firenze, che raccontano gli elementi storici della città come il Duomo, il Lazzaretto, la Lanterna del Vanvitelli, l’Arco di Traiano, mentre all’esterno è di pietra bianca d’Istria.

Il nostro team è stato coinvolto nella creazione di uno spettacolo di benvenuto per accogliere ed onorare l’opera durante la serata inaugurale; grazie alla consolidata collaborazione con Antica Proietteria (ed il supporto di Viorica Fontane Danzanti) abbiamo progettato e realizzato lo spettacolo di acqua video e musica che ha ripercorso la storia della città di Ancona nei simboli e nelle immagini, ed ha introdotto il momento del sollevamento del telo che ricopriva l’opera, svelandola ai migliaia di presenti.

Gli scorci più belli, i monumenti più importanti e i simboli della città sono stati proiettati su un sipario d’acqua di mare che ha creato un effetto davvero intenso e suggestivo, nonostante le condizioni meteo, a causa del vento, non fossero le migliori.

Per chi si è perso questo momento, ecco alcuni video dell’inaugurazione e dello spettacolo di acqua e luci,
benvenuta Fontana dei Due Soli!

Per approfondire: articolo di Annalisa Filonzi su Artribune 

In occasione della XXII edizione del Rosso Conero a Camerano, l’appuntamento annuale che celebra l’amore per il vino che nasce dalla nostra terra, abbiamo costruito decine di casette che hanno ospitato artigiani, produttori di tipicità locali e associazioni.
Oltre le casette costruite con legno e pallet abbiamo anche realizzato i tre palchetti dislocati per il paese dove si sono esibiti cantanti e musicisti.

allestimenti_handmade_rinoteca

Il nostro allestimento in legno preferito, la Rinosfera, compie un anno

In mezzo ai frenetici preparativi per gli allestimenti di due festival che ci stanno molto a cuore, in partenza domani a Tolentino e Perugia, festeggiamo il primo anno di vita della nostra struttura preferita, la RINOSFERA, rivisitazione made in Rinoteca della cupola geodetica.

La prima struttura geodetica la montammo due anni fa, una creazione dei nostri amici di Creaticity Fablab che abbiamo esposto in diverse occasioni affascinando un po’ tutti, ma solo gli addetti ai lavori conoscono la storia e la magia di questa costruzione composta da una rete di travi che si intersecano in una miriade di triangoli.

allestimenti_handmade_rinoteca

Il termine “geodetica” deriva da “geo-desia” cioè “divisione della terra” in figure geometriche piane, come appunto i triangoli (o pentagoni ed esagoni), che, assemblate insieme formano le cupole geodetiche, acclamate come una delle più grandi soluzioni architettoniche degli Anni 50, perchè uniscono in sé la rigidezza delle maglie triangolari e l’efficienza della forma sferica: è la sfera, infatti, il solido che a parità di volume richiede la minor superficie (ed ha quindi bisogno di meno materiale per la copertura).

Fu l’architetto Richard Buckminster Fuller a progettare e costruire la prima geodetica nel 1948 ispirandosi alle forme naturali dei cristalli e dimostrando che questa è l’unica struttura costruita dall’uomo che diventa proporzionalmente più resistente all’aumentare delle sue dimensioni. La cupola è praticamente in grado di reggersi da sola ed è autoportante e aerodinamica, capace di reggere forti carichi eolici come quelli creati dagli uragani.

Lungi da noi avere l’intento di sfidare la natura, ci siamo voluti divertire in questo ultimo anno nel mettere alla prova le nostre capacità progettuali ed ingegneristiche creando, prima, un allestimento costruito partendo da una struttura geodetica (per la fiera del gelato SIGEP) e poi, la scorsa primavera, realizzando il nostro personale sviluppo del concetto di cupola, la RINOSFERA: non più un reticolo di triangoli ma sezioni di legno multistrato lavorate con il pantografo CNC e rifinite a mano, progettata come spazio espositivo e stage e realizzata interamente nel nostro laboratorio di artigianato digitale ad Ancona.

Esattamente un anno fa l’abbiamo portata per la prima volte in pubblico, in due dei più interessanti festival di creatività digitale innovazione e artigianato del centro Italia, che avviano domani la loro nuova edizione, il Toc di Tolentino e il Kidsbit di Perugiache vi consigliamo davvero di non perdere!

La Rinosfera divenne poi spazio “talk” al bar lazzaretto per il Weekendoitfestival anconetano che abbiamo curato sin dalla nascita centrato sulla condivisione e l’apprendimento delle tecniche artigianali tradizionali e innovative, e infine spazio espositivo per fotografie ed opere artistiche al porto antico di Ancona durante l’evento Portobello, dedicato alla musica, all’ arte al design e all’artigianato.

Pensata sin dalla nascita come spazio espositivo e stage, la Rinosfera si è dimostrata in ogni occasione un allestimento che delimita, senza chiudere, accoglie senza costringere, uno spazio circolare, interpretabile, che si presta ai più svariati tipi di eventi.

E tra poche ore la rivedremo a Tolentino e a Perugia, ancora una volta al TOC e al KIDSBIT, con le stesse sembianze o forse rivisitata, quindi… seguiteci e non perdeteveli !

allestimenti_handmade_rinoteca

Per saperne di più su come allestire un evento o uno spazio, contattateci!

sedute legno handmade allestimenti rinoteca

Allestimento in legno di recupero e assi di bancali, 100% upcycled, per interni ed esterni.

E’ davvero difficile che in Rinoteca si butti via qualcosa, soprattutto se questo qualcosa è fatto di legno, che ha per noi doppiamente valore.

Anche se a volte è molto più complicato lavorare il legno recuperato rispetto a tavole nuove lisce e pronte all’uso, perché si porta dietro una storia piena di imperfezioni che non tutti gli occhi sono abituati ad apprezzare, a noi piace utilizzarlo per creare oggetti anche semplici, che contrastano la logica dello spreco, come i nostri Qbi colorati, che possono allestire facilmente e velocemente uno spazio in maniera allegra informale e a basso costo.

E’ possibile noleggiarli, acquistarli, personalizzarli.

sedute legno handmade allestimenti rinoteca sedute legno handmade allestimenti rinotecasedute legno handmade allestimenti rinotecasedute legno handmade allestimenti rinoteca

salesi5

Ecco qualche foto dei giochi in legno che abbiamo realizzato insieme all’associazione Teatro Elliot per il nuovo reparto di Oncoematologia pediatrica del Salesi, inaugurato lo scorso dicembre.

Grazie al contributo della Fondazione Salesi sono state realizzate 3 nuove stanze e un ambiente dedicato al day hospital, con il coinvolgimento di aziende del territorio come Rainbow e Clementoni.

Noi di Rinoteca abbiamo progettato dei maxi giochi in legno in collaborazione con Teatro Elliot, che abbiamo poi realizzato dentro il nostro laboratorio utilizzando la fresa a controllo numerico.
Un piccolo contributo per rendere, a modo nostro, questo luogo più a misura di bambino.

1 4

Il 22 gennaio ha visto la luce la struttura che abbiamo progettato per il terzo compleanno del Donoma di Civitanova insieme all’Antica Proietteria. Continua a leggere

Quest’anno Rinoteca ha realizzato i bellissimi stand per il mercatino di Natale “A mano libera!” Continua a leggere

Felicissimi e orgogliosi di avere realizzato lo stand per Enduro Action, Moto4 e MotoSlitte Magazine all’Esposizione Internazionale del Ciclo e del Motociclo – EICMA 2016 di Milano. Continua a leggere