Queste sono alcune delle cornici che abbiamo realizzato per allestire la mostra fotografica di Matteo Sacchettoni (visibile fino al 29 dicembre da Foto De Angelis, Ancona).
Su indicazioni di Matteo abbiamo disegnato il modello 3d delle cornici che abbiamo fresato nel nostro laboratorio di artigianato digitale per poi realizzarle in plastica con la tecnica della termoformatura e infine colorarle.

Quest’anno la novità di Corto Dorico è stata la collaborazione con la squadra di Raval Family, con cui è stato ideato il Casablanca Cafè, il temporary bar che ha preso vita nella bellissima cornice della Mole Vanvitelliana di Ancona e che abbiamo realizzato costruendo il bancone e la bottigliera in puro stile retrò.

Come mettere in sicurezza un robottino prezioso per trasportarlo tra i reparti a giocare con i bambini dell’ospedale?

Questa è la richiesta che ci è stata fatta qualche settimana dalla Fondazione Salesi, che aveva appena ricevuto in dono da Estra Prometeo un umanoideEstrabot, programmato per assistere i piccoli pazienti dell’ospedale dalla degenza fino alla camera preoperatoria.

 

cinturino in plastica e polvere di metallo

A questa necessità ha risposto il nostro team prototipando e realizzando un cinturino per agganciare Estrabot ad un carrellino per consentirgli la mobilità tra i reparti.

La cinta è stata modellata e poi stampata in 3d in plastica mista a polvere di metallo, disegnata in modo da essere facile da inserire e togliere per facilitare l’operatore nelle sue mansioni e consentire flessibilità di impiego nelle camere di degenza e in ascensore.

Questo lavoro di squadra ci ha visto accanto a Prometeo Estra, che sostiene il progetto di Robot Therapy della Fondazione Ospedale Salesi, agli allievi dell’ Itis Marconi di Jesi, che curano la programmazione di Estrabot e a quelli dell’Istituto comprensivo Faà i Bruno di Marotta, che intervengono nella fase di test insieme ai professori.

Un grazie speciale alla dottoressa Giulia Palego per averci coinvolto in questo bel progetto!

Articoli:

Estra Prometeo

Ansa.it

 

Scatole personalizzate in legno massello perfette come porta fotografie per un’occasione speciale o come contenitore per ricordi ed oggetti preziosi.
E’ possibile personalizzarle nell’essenza del legno e nella grafica.
In foto la scatola che abbiamo creato per contenere le foto del matrimonio di Eleonora e Claudio, base in rovere e coperchio in Iroko.
 
info@rinoteca.com

 

In Rinoteca realizziamo oggetti artigianali in diverse essenze di legno e interamente personalizzabili per rendere uniche le tue occasioni speciali, come le nozze. Qualche settimana fa abbiamo creato alcuni dettagli in legno per il matrimonio di Eleonora e Claudio, di cui oggi vi parliamo e vi mostriamo le foto.

Il primo oggetto che abbiamo realizzato è un porta fedi personalizzato in stile rustic, ricavato da un piccolo tronco di legno recuperato, inciso poi al laser con le iniziali degli sposi, mentre per la torta abbiamo disegnato e tagliato, sempre con la taglierina laser, un cake topper di legno che ritrae alcuni dei componenti della famiglia a due e quattro zampe.

Su richiesta degli sposi abbiamo creato un tableau marriage diverso dal solito, con i nomi dei tavoli incisi sulle frecce che indicano i loro luoghi del cuore.
Infine abbiamo creato una scatola di legno per contenere le buste regalo, anche questa con i nomi degli sposi e coordinata alle grafiche scelte per le partecipazioni e per l’evento.

Per le partecipazioni in questa occasione ci ha pensato Federica di Che Tipo (Falconara), con cui collaboriamo spesso, ma anche in Rinoteca possiamo realizzare partecipazioni intagliate su carta o legno sagomendole al laser, oltre che bomboniere in legno, scatole portafoto in varie essenze e ogni tipo di accessorio da personalizzare per il grande evento, sia partendo da una vostra idea che scegliendo insieme grafica, materiale e modalità di produzione.

42596887_2328687523826220_5365376096529285120_n

Pleatform è il brand di piatti in legno made in marche attento al design e alla sostenibilità.
Li abbiamo conosciuti al Toc Festival e per loro abbiamo realizzato la fresatura dello stampo in nylon, che servirà loro nel processo produttivo in cui il calore piega le sfoglie di legno.

In questo caso sono stati loro a fornirci il modello 3d e indicarci il materiale, altre volte invece siamo noi a consigliare il materiale e la tecnologia di produzione più adatta (tra la fabbricazione additiva o stampa 3D e quella sottrattiva come le macchine a controllo numerico CNC), e a modellare l’oggetto da produrre in 3d.

Se siete curiosi di conoscere il loro progetto visitate il sito www.pleatform.com

IMG_8252


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Rinoteca (@rinoteca) in data:

Mercatino realizzato per Hip Nic all’interno del festival “La Mia Generazione”, musica e artigianato all’interno della cornice della Mole Vanvitelliana di Ancona.

 

Finalmente presentiamo in maniera organica, nello sfogliabile che trovi di seguito, gli allestimenti che progettiamo e i servizi che proponiamo a chi organizza eventi, partecipa a fiere o deve arredare uno spazio commerciale o espositivo.

Operiamo da anni nell’ambito degli eventi e degli allestimenti e possiamo studiare la soluzione adatta alle vostre esigenze espositive e comunicative, al tipo di evento e al budget, assistendovi dalla fase di progettazione fino alla realizzazione e alla logistica, fornendo il supporto tecnico necessario.

Se hai un’idea in mente, devi allestire uno spazio o un evento, incontriamoci per progettare insieme qualcosa di speciale in base alle tue esigenze.
Nel frattempo buona lettura!

 

Tavolo in multistrato laminato bianco realizzato su misura

 

arredo_legno_massello2

Un nuovo salotto in legno massello e moduli Ikea

Olmo, acero e castagno per un restyling unico e su misura

Per il restyling di questo salotto siamo partiti dai moduli Ikea del sistema componibile BESTÅ e li abbiamo collegati con delle assi di legno massello, progettando la struttura complessiva in modo da riempire l’intera parete a disposizione, in base alle richieste che ci sono state fatte.

In questo modo abbiamo potuto conservare la funzionalità di questi moduli dotati di ante ed allo stesso tempo dare calore e forza alla struttura, grazie a sette assi di legno massello di diverse dimensioni e spessore.

Abbiamo scelto il legno di Acero, molto resistente e semplice da pulire e dal colore chiaro che illumina l’intera libreria.

arredo_legno_massello3

Insieme alla libreria abbiamo progettato anche un tavolo a penisola fissato alla parete, sempre in legno massello; questa volta abbiamo utilizzato l’Olmo per il piano, anche questo uno dei legni nostrani più diffusi e belli, e un’asse di castagno per il piede ed il ripiano.

Anche questo progetto è stato un modo originale per reinterpretare e recuperare quello che si aveva a disposizione, in questo caso partendo dai moduli componibili BESTÅ dell’Ikea e dando all’ambiente una nuova luce ed un nuovo stile grazie al legno massello.

arredo_legno_massello

Concludiamo con una piccola curiosità: esiste un intero originalissimo sito, ideato da una ragazza malesiana, dedicato a “mappare” e condividere tutte le persone che realizzano progetti simili a questo, “hackerando” mobili Ikea; ci sembra un’idea originale e molto utile a diffondere la cultura della creatività e della condivisione delle idee, se non la conoscete già e volete ispirazione, si chiama Ikea Hackers, poi per la realizzazione o una consulenza più approfondita… ci siamo noi!

Schermata 2018-08-16 alle 10.39.15


Ph. Cr. Irene Pezzella