Articoli

Villa Nappi | Rinoteca

Restyling e arredi per Villa Nappi

Villa Nappi, la bellissima struttura che ospita da anni il festival Inteatro, ha aperto quest’anno le porte alla ristorazione.
Per il nuovo ristorante Villa Nappi abbiamo curato il restyling dell’angolo bar e i tavolini da esterno personalizzati.
Il bar esterno, che verrà gestito da Raval Family, è stato ricavato invece da una piccola struttura dismessa che abbiamo ripulito, ristrutturato nelle parti in legno ed allestito creando anche una bottigliera di legno su misura.
In qualunque dei bar sceglierete di dissetarvi…l’aperitivo sarà sicuramente marchigiano e servito sul tagliere di legno 100% made in marche disegnato e realizzato in Rinoteca per l’occasione.

vassoietto marche

 

Grucce personalizzate in legno di larice

Accessori unici per il brand Gaia Segattini Knotwear

Queste sono le grucce in Legno che abbiamo realizzato per il brand tutto marchigiano Gaia Segattini Knotwear.
Per rendere ancora più speciali queste creazioni artigianali in lana abbiamo realizzato per Gaia delle grucce in legno di Larice.
Le grucce sono ricavate da legno di recupero e presentano dei bellissimi nodi sparsi che le rendono una differente dall’altra. nel nostro laboratorio di artigianato digitale le abbiamo disegnate, realizzate e personalizzate incidendo il nome del marchio con la taglierina laser su ogni gruccia.

Ecco il risultato  appena rifinito in laboratorio:

 

 

 

 

 

E qui le vedete invece “indossate”!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gaia Segattini Knotwear (@gaiasegattini.knotwear) in data:

 

 

 

 

 

 

Termoformatura Cornici Stampa 3D Fresa CNC Taglio Laser Ancona Rinoteca

Cornici in termoformatura

Rinoteca Estrabot Ospedale Salesi di Ancona Stampa 3D Fresa CNC Taglio Laser Prototipazione Modelling

Rinoteca per il Salesi

Come mettere in sicurezza un robottino prezioso per trasportarlo tra i reparti a giocare con i bambini dell’ospedale?

Questa è la richiesta che ci è stata fatta qualche settimana dalla Fondazione Salesi, che aveva appena ricevuto in dono da Estra Prometeo un umanoideEstrabot, programmato per assistere i piccoli pazienti dell’ospedale dalla degenza fino alla camera preoperatoria.

cinturino in plastica e polvere di metallo

A questa necessità ha risposto il nostro team prototipando e realizzando un cinturino per agganciare Estrabot ad un carrellino per consentirgli la mobilità tra i reparti.

La cinta è stata modellata e poi stampata in 3d in plastica mista a polvere di metallo, disegnata in modo da essere facile da inserire e togliere per facilitare l’operatore nelle sue mansioni e consentire flessibilità di impiego nelle camere di degenza e in ascensore.

Questo lavoro di squadra ci ha visto accanto a Prometeo Estra, che sostiene il progetto di Robot Therapy della Fondazione Ospedale Salesi, agli allievi dell’ Itis Marconi di Jesi, che curano la programmazione di Estrabot e a quelli dell’Istituto comprensivo Faà i Bruno di Marotta, che intervengono nella fase di test insieme ai professori.

Un grazie speciale alla dottoressa Giulia Palego per averci coinvolto in questo bel progetto!

Articoli:

Estra Prometeo

Ansa.it